Roberto Zapperi: Annibale Carracci e Odoardo Farnese (Estratto dal fascicolo 8)

    

L'autore ricostruisce, sulla base di un' ampia documentazione e della bibliografia più aggiornata, i rapporti intrattenuti, dal 1593 fino alla morte , avvenuta il 15 luglio 1609, del pittore bolognese Annibale Carracci con il cardinale Odoardo Farnese. In questo lungo periodo l'artista dipinse per il cardinale, oltre a numerosi quadri, fra i quali varie pale d'altare, anche gli affreschi del Camerino e quelli della celebre Galleria in Palazzo Farnese. I rapporti del pittore con il suo padrone furono piuttosto tempestosi e soggiacquero spesso alla rivalità di Farnese con gli Aldobrandini che si convertì più di una volta in veri e propri ricatti. Nell' ultima parte del saggio si illuminano per la prima volta le vicende della grave malattia che colpì il pittore nel 1605 e gli impedì di lavorare fino alla morte a soli 49 anni.


 

Annibale Carracci and Odoardo Farnese

The author reconstructs, on the basis of extensive documentation and an updated bibliography, the relations between the Bolognese painter Annibale Carracci and Cardinal Odoardo Farnese from 1593 to the painter’s death on 15 July 1609. During this long period the artist painted for the cardinal not only many oil paintings, including various altarpieces, but also the frescoes of the Camerino and those of the famous Galleria in the Palazzo Farnese in Rome. The painter’s relations with his patron were rather turbulent and often subject to the rivalry between the Farnese and the Aldobrandini which was converted more than once into what can only be called forms of blackmail. In the last part of the paper the author elucidates for the first time the events surrounding the grave illness that struck the painter in 1605 and that prevented him from working down to his premature death at the age of only 49.